Come prendersi cura degli armadi in acciaio inox?

Come prendersi cura degli armadi in acciaio inox

Come prendersi cura degli armadi in acciaio inox?

La cucina professionale: un brillio di acciaio

L’acciaio inox è il materiale con il quale vengono realizzate le cucine professionali perché assicura igiene e facilità di pulizia. Una cucina, infatti, dovrebbe sempre essere il regno del pulito e dell’igiene, quindi la prima regola da rispettare è quella della regolarità nell’eseguire le operazioni di pulizia. Altro fattore indispensabile per prendersi cura degli armadi in acciaio inox e di tutti gli altri arredi in questo materiale, è che si deve provvedere immediatamente a rimuovere qualsiasi fuoriuscita avvenga all’interno. Basta un panno asciutto per rimuovere i residui di farina, zucchero, riso e di qualsiasi altro ingrediente possa essersi rovesciato.

La pulizia vera e propria degli armadi

Rimuovere immediatamente i residui rovesciati su di un ripiano interno degli armadi in acciaio inox è una buona abitudine, ma certo non si tratta di un’operazione di pulizia, che invece richiede un poco più di tempo. Per pulire perfettamente, infatti, è necessario svuotare completamente il mobile e quindi agire con il detergente adatto.
Occorre prestare molta attenzione a non utilizzare detersivi abrasivi, quindi innanzitutto vanno eliminati tutti in quelli in polvere, ma non tutti i prodotti liquidi sono adatti per l’acciaio. Sono assolutamente da evitare tutti quelli che contengono acido cloridrico che ha effetti corrosivi, quindi niente candeggina, varechina, ammoniaca ed è bene non utilizzare neppure i prodotti anticalcare perché ne contengono delle percentuali più o meno elevate.

Alcuni consigli per prendersi cura degli armadi in acciaio inox

Per le pulizie accurate, ci sono in commercio prodotti specifici per pulire e lucidare l’acciaio che devono essere utilizzati aiutandosi con un panno morbido o della carta-cucina. Se invece si tratta semplicemente di detergere senza dover eliminare delle macchie, si può far uso dei detergenti che si utilizzano per vetri e specchi.
Per avere armadi in inox sempre perfetti, inoltre, si dovrebbe prestare particolare attenzione al loro uso e, per evitare il formarsi di macchie sgradite, come la ruggine, non si dovrebbero riporre in essi oggetti non perfettamente asciutti e neppure quelli metallici non in acciaio.

FoodHospitality World Brasile – 17-19 marzo 2015

Tutti in Brasile con il Food Hospitality World!

FoodHospitality World Brasile – 17-19 marzo 2015

Cos’è il Food Hospitality World?

Fiera Milano ha creato una piattaforma che permette alle aziende italiane che operano nel settore dell’agroalimentare, di partecipare insieme ad eventi che si tengono al di fuori del territorio nazionale. Difficilmente imprenditori medi e piccoli avrebbero la possibilità di prendere parte a fiere che si tengono a migliaia di chilometri di distanza, per le notevoli difficoltà logistiche e di organizzazione. C’è bisogno di un supporto adeguato che aiuti a eliminare le difficoltà linguistiche e che sappia agire con determinazione per poter dare il giusto risalto alle imprese italiane e, Food Hospitality si propone proprio tutto ciò.

L’esperienza di Food Hospitality World

Food Hospitality World nasce grazie alle esperienze che Fiera Milano ha acquisito con Tuttofood e Host. Il primo è il Salone dell’Alimentare che, seppure nato da pochi anni, sta riscuotendo un successo senza precedenti in campo internazionale. Host, invece, è dedicato all’accoglienza professionale, quindi a tutti gli operatori del settore della ristorazione e, dopo 17 edizioni, ha acquisito una fama mondiale.
Ebbene, proprio grazie a queste due manifestazioni, Fiera Milano può vantare un’esperienza tale nel settore dell’agroalimentare che può tranquillamente supportare tutti gli imprenditori che vogliono partecipare a grandi manifestazioni internazionali lontano dall’Italia.

Food Hospitality World in Brasile

Food Hospitality World è presenzia ogni anno a grandi eventi che si tengono in paesi che sono un nuovo e grande mercato per gli operatori italiani: Cina, Sudafrica, India e Brasile. Le imprese, insieme a Food Hospitality World, danno vita a una mostra globale dei prodotti italiani, ma ognuna di esse viene esaltata nella sua peculiarità per dare il giusto rilievo ai prodotti locali del nostro territorio.
L’appuntamento più atteso per gli imprenditori che vogliono raggiungere anche i mercati più lontani, è ora in Brasile. Dal 16 al 19 marzo 2015 San Paolo si animerà con la sua grande manifestazione dedicata all’alimentare e l’Italia, con Food Hispitality World, ci sarà per mettere in mostra il meglio dei suoi prodotti e attrezzature.

Pro e contro delle cucine elettriche industriali

Le cucine elettriche industriali

Pro e contro delle cucine elettriche industriali

I vari tipi di cucine elettriche industriali

Le cucine elettriche industriali, al pari di tutti gli altri arredi di un’attività adibita alla ristorazione, devono essere in acciaio inox. In base allo spazio disponibile e alle esigenze, si possono scegliere a due o quattro piastre, da appoggio o con mobile, e la cottura effettuata con esse è assolutamente simile a quella delle cucine a gas.
Al momento di scegliere la cucina da acquistare è però importante tenere conto anche dei pro e dei contro che presenta un elettrodomestico di questo tipo. Vediamoli insieme.

I vantaggi di utilizzare una cucina elettrica professionale

Sostanzialmente la si può posizionare in qualsiasi punto della cucina perché, al contrario di quella a gas, che ha bisogno di essere collocata in prossimità del punto di erogazione, le prese elettriche presenti nell’ambiente sono sempre numerose. Inoltre, un apparecchio che funziona a elettricità è senza dubbio più sicuro di uno a gas che presenta delle fiamme vive e che ha bisogno di una costante pulizia degli ugelli e del controllo che non vi siano perdite.
La facilità di pulizia delle piastre è indubbia, così come il fatto che, anche nel momento in cui si spenga la cucina è possibile utilizzare il calore residuo per riscaldare alcuni alimenti. Vista poi l’assenza di fuochi, nell’ambiente si produce meno vapore e l’aria è più respirabile.

I contro di una cucina professionale elettrica

Innanzitutto il consumo di energia elettrica è elevato, perciò occorre prepararsi a bollette elevate, mentre il gas è decisamente più economico. Appunto per il fatto che il consumo è elevato, non vengono fabbricate cucine elettriche con più di quattro piastre, perché occorrerebbe un contatore con una grandissima portata, mentre a gas si possono trovare apparecchi anche a sei fuochi. Infine, non si deve dimenticare che il costo di acquisto è maggiore rispetto alle cucine a gas.