Archivi categoria: Lavaggio

Come eliminare ruggine e calcare dai lavelli in acciaio inox col limone?

Come eliminare ruggine e calcare dai lavelli in acciaio inox col limone? I lavelli di acciaio inox

Pulire ruggine dal lavello

L’acciaio inox presenta caratteristiche che lo rendono ideale per la realizzazione dei lavelli. Al contrario della ceramica non si scheggia resistendo molto bene agli urti, inoltre è un materiale molto sicuro anche dal punto di vista dell’igiene. Tra i vantaggi, figura anche quello di poterlo pulire con facilità, tuttavia si deve prestare molta attenzione ai prodotti che si utilizzano. I detergenti troppo aggressivi possono intaccare la sua lucentezza e renderlo opaco e vanno evitati anche la candeggina e i vari prodotti che la contengono, anche se in minima percentuale.

Come pulire i lavelli in acciaio

Per non sbagliare e, nello stesso tempo, non aggredire l’acciaio con prodotti della cui composizione non si è certi, si può ottenere una pulizia perfetta del lavello e di altri arredi in acciaio utilizzando prodotti naturali, come acqua e sapone, l’aceto bianco o il bicarbonato.
Con acqua e sapone si lavano le superfici, oppure si può utilizzare del bicarbonato come fosse un normale detersivo, quindi non restano che il risciacquo e l’asciugatura, da farsi con un panno morbido per non formare antipatiche striature. Spesso però l’acciaio tende a divenire opaco, soprattutto in presenza di acqua dura, ma si può lucidare il lavello passando semplicemente uno straccio asciutto sul quale si è versato un poco di aceto.

Un problema dei lavelli: le macchie di ruggine e di calcare

L’acciaio è una lega che si ottiene dal ferro e, seppure sia inossidabile e quindi trattato per non divenire ruggine, può capitare che si formino delle antiestetiche macchie di ruggine, quando lo strato superficiale è stato rovinato per l’uso di detersivi inadatti o nel caso di un’acqua contenente un’altissima percentuale di calcare. In questo caso si può rimediare con del semplice succo di limone, che esercita una lievissima azione abrasiva in grado di eliminare la ruggine. Il succo di limone va passato sulla superficie aiutandosi con un panno morbido, quindi si deve risciacquare con acqua tiepida e infine procedere all’asciugatura.

Tecnologie di lavaggio per cucine professionali e industriali

Le tecnologie di lavaggio per le cucine professionali e industriali

Tecnologie di lavaggio per cucine professionali e industriali

L’importanza del lavaggio

In una cucina professionale o industriale l’igiene deve sempre essere massima, quindi piatti, bicchieri, stoviglie, attrezzi e tutto quanto viene utilizzato per la preparazione dei piatti deve essere lavato accuratamente e in tempi rapidi, perciò ci si deve avvalere di una efficiente lavastoviglie della capienza adatta al numero di coperti che vengono normalmente serviti. Il lavaggio in lavastoviglie, oltre a presentare il vantaggio di essere estremamente comodo, è anche molto igienico perché viene utilizzata acqua ad alte temperature, perfetta per igienizzare.
Alla lavastoviglie, è opportuno aggiungere una macchina lavabicchieri per poter pulire, con un solo ciclo di lavaggi, il maggior numero possibile di oggetti che sono stati portati in tavola.

Le tecnologie di lavaggio non elettriche

Se elettrodomestici come lavastoviglie e lavabicchieri sono perfetti in cucina, si deve naturalmente ricordare che i loro impianti devono rispettare tutte le norme di sicurezza previste. Le tecnologie di lavaggio nelle cucine professionali e industriali prevedono però anche dei sistemi, per così dire, tradizionali, come il lavello. E’ impossibile non possedere un lavello dove procedere a operazioni di lavaggio di alcuni ingredienti e dove eseguire un pretrattamento di piatti e pentole molto sporchi.
I lavelli in commercio sono di diverse dimensioni e possono essere scelti a una o due vasche, con un piano colatoio oppure no, secondo le esigenze e lo spazio a disposizione. Inoltre possono ospitare degli armadietti nella parte inferiore o un semplice ripiano e, anche in questo caso, la scelta dalle esigenze dell’attività.

L’igiene innanzitutto

Non si finisce mai di ribadire quanto sia importante l’igiene in cucina e, per questo motivo, sarebbe necessario dotarsi anche di un lavamani, che permette di sciacquare comodamente le mani dopo che si è effettuata qualsiasi operazione, dalla pulizia delle verdure e del pesce fino all’impiattamento. Il lavamani occupa uno spazio minimo ed è ideale per lavarsi quando il lavello sia occupato. Infine, se si utilizzano diversi utensili, è bene provvedere anche all’inserimento di un lavaoggetti,