Come scegliere il miglior forno elettrico per pizza per la propria attività

COME SCEGLIERE IL MIGLIOR FORNO ELETTRICO PER PIZZA PER LA PROPRIA ATTIVITÀ

La pizza è ormai diventata una specialità non più appannaggio delle pizzerie, ma è entrata prepotentemente entrata nei menù di ristoranti e trattorie tipiche, senza dimenticare che è possibile trovare la classica pizza anche nei pub e in molti bar.

La domanda è in continuo aumento e a sempre più clienti piace mangiare la pizza anche a pranzo, tanto che molte attività, soprattutto quelle nelle grandi città frequentate da impiegati durante la pausa pranzo, hanno deciso di acquistare un forno per pizza in maniera tale da venire incontro alle esigenze della clientela.

Ovviamente avere a disposizione un forno a legna tradizionale, soprattutto per cucine con poco spazio e che sono nate per soddisfare altri criteri di preparazione dei cibi, non è facile ma non è affatto detto che l’unica pizza buona è quella del forno a legna.

I forni elettrici sono utilizzati da un numero sempre maggiore di pizzerie italiane e di attività legate al mondo della ristorazione, garantendo una cottura di alta qualità capace di dar vita a pizze buonissime.

Sono tanti i vantaggi che spingono sempre più attività a scegliere un moderno forno elettrico per la pizza invece di ricorrere a soluzioni tradizionali, vista la praticità e l’economicità di gestione dei modelli attualmente presenti sul mercato e commercializzate da aziende specializzate.

Il forno elettrico consente di cuocere e sfornare più pizze contemporaneamente, mantenendo al suo interno una temperatura costante e senza differenze e semplificando il lavoro dei pizzaioli.

I forni elettrici non sono tutti uguali

Nello scegliere il miglior forno elettrico per pizza, bisogna partire dal presupposto che questi non sono tutti uguali e, specialmente se si fa parte di quella tipologia di attività che si approccia per la prima volta alla cottura delle pizze, individuare il modello adatto alle proprie esigenze potrebbe essere molto difficile, con il pericolo di ritrovarsi una tipologia di attrezzatura addirittura controproducente.

Dimensioni, praticità di utilizzo, uniformità nella cottura, velocità nel raggiungere la temperatura di esercizio e, naturalmente, costi dei consumi in bolletta sono le caratteristiche che bisogna considerare prima di scegliere il miglior forno per pizza per la propria cucina professionale.

Dimensioni

In questo caso le dimensioni contano eccome, per questo la prima cosa da prendere in considerazione è il posto, all’interno della cucina, dove verrà posizionato il forno, cercando di scegliere un modello che non sia troppo piccolo.

Infatti, oltre a dover stare attenti agli ingombri, è bene prestare molta attenzione alla capacità del forno per pizza, in maniera tale da sceglierlo adatto alle proprie esigenze in termini di numero di pizze che è possibile preparare, facendo un calcolo per eccesso rispetto alla quantità di coperti disponibili all’interno del locale e al numero di clienti che è possibile servire contemporaneamente e velocemente senza lunghe attese.

Praticità di utilizzo

Uno degli aspetti più importanti che spesso sono sottovalutati quando si acquista un forno elettrico per pizza è la sua praticità di utilizzo da cui deriva anche la facilità nella pulizia e nella manutenzione, cose che non devono passare in secondo piano e che facilitano non poco sia l’uso quotidiano del forno sia le operazioni che permettono di mantenerlo sempre in perfetta efficienza.

Uniformità di cottura

Il segreto per sfornare pizze da leccarsi i baffi è la cottura che deve essere uniforme in maniera tale che il prodotto finito non presenti zone troppo cotte, o addirittura bruciacchiate, e altre invece meno cotte.

Solitamente i forni elettrici permettono di raggiungere temperature uniformi al loro interno, ma la qualità costruttiva e dei materiali utilizzati, il numero e la disposizione delle resistenze, la varietà dei programmi di cottura e i vari settaggi del forno, sono le caratteristiche tecniche che devono guidare la scelta durante l’acquisto di un forno per pizza. I forni elettrici di qualità, per esempio, hanno sistemi di resistenze isolati e indipendenti che possono raggiungere la temperatura di esercizio molto velocemente e in sicurezza, permettendo di modulare anche la cottura.

Consumi

Per quanto riguarda i consumi l’attenzione non deve essere rivolta solo alle resistenze e ai gruppi riscaldanti, ma anche all’isolamento termico del forno e alla pietra refrattaria all’interno di esso, elementi che permettono di abbattere la dispersione termica e diminuire i tempi di cottura, specialmente in relazione alla pietra refrattaria che, se di ottima qualità, permette di mantenere costante il suo potere calorifero, una volta giunta a temperatura, anche a seguito di continue aperture dello sportello del forno quando si infornano/sfornano le pizze.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *