Pro e contro delle cucine professionali a gas

Pro e contro delle cucine professionali a gas

Pro e contro delle cucine professionali a gas

La cucina professionale

La cucina è la vera anima di ristoranti, tavole calde e mense, per cui scegliere il modello adatto alle proprie esigenze è fondamentale per l’attività che si svolge. Se un tempo non vi erano alternative, oggi invece ci sono in commercio cucine non solo alimentate a gas, ma anche elettriche e a induzione, perciò prima di operare l’acquisto è bene valutare i pro e i contro di ognuna. Qui ci soffermeremo sui modelli a gas, quelli tuttora ancora più diffusi nel mondo della ristorazione professionale e ne analizzeremo pregi e difetti per fare in modo che chi è procinto di attrezzare la propria cucina professionale possa scegliere con cognizione di causa.

I pro delle cucine a gas

Il fatto che le cucine a gas possano erogare immediatamente calore alla giusta temperatura è un’agevolazione notevole per chi si occupa della cottura dei cibi, inoltre le fiamme, sempre di diverse potenze, sono regolabili e ciò permette di fornire a ogni alimento il giusto grado di calore. I modelli elettrici e a induzione, invece, hanno bisogno di tempi più o meno lunghi per raggiungere la temperatura ottimale e non sono facilmente regolabili “a vista”, come accade per le fiamme delle cucine a gas.
Il consumo in termini energetici è minimo. La quantità di gas necessaria per portare a cottura i cibi è notevolmente inferiore a quella di energia elettrica utilizzata per gli stessi alimenti, ne deriva perciò un risparmio davvero considerevole sulle bollette.

I contro delle cucine a gas

Dal punto di vista della sicurezza, le cucine a gas necessitano di maggiori accorgimenti rispetto agli altri metodi di cottura. Innanzitutto è prevista l’installazione di impianti di aspirazione e di ventilazione, ma si deve anche provvedere a una manutenzione regolare dei bruciatori e del sistema di erogazione del gas. Il metano, infatti, genera una combustione che “sporca” i componenti perciò periodicamente si deve provvedere alla loro pulizia e, quando si manifesta un certo grado di usura, alla loro sostituzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *