Archivi categoria: Pulizia acciaio inox

Come prendersi cura degli armadi in acciaio inox?

Come prendersi cura degli armadi in acciaio inox

Come prendersi cura degli armadi in acciaio inox?

La cucina professionale: un brillio di acciaio

L’acciaio inox è il materiale con il quale vengono realizzate le cucine professionali perché assicura igiene e facilità di pulizia. Una cucina, infatti, dovrebbe sempre essere il regno del pulito e dell’igiene, quindi la prima regola da rispettare è quella della regolarità nell’eseguire le operazioni di pulizia. Altro fattore indispensabile per prendersi cura degli armadi in acciaio inox e di tutti gli altri arredi in questo materiale, è che si deve provvedere immediatamente a rimuovere qualsiasi fuoriuscita avvenga all’interno. Basta un panno asciutto per rimuovere i residui di farina, zucchero, riso e di qualsiasi altro ingrediente possa essersi rovesciato.

La pulizia vera e propria degli armadi

Rimuovere immediatamente i residui rovesciati su di un ripiano interno degli armadi in acciaio inox è una buona abitudine, ma certo non si tratta di un’operazione di pulizia, che invece richiede un poco più di tempo. Per pulire perfettamente, infatti, è necessario svuotare completamente il mobile e quindi agire con il detergente adatto.
Occorre prestare molta attenzione a non utilizzare detersivi abrasivi, quindi innanzitutto vanno eliminati tutti in quelli in polvere, ma non tutti i prodotti liquidi sono adatti per l’acciaio. Sono assolutamente da evitare tutti quelli che contengono acido cloridrico che ha effetti corrosivi, quindi niente candeggina, varechina, ammoniaca ed è bene non utilizzare neppure i prodotti anticalcare perché ne contengono delle percentuali più o meno elevate.

Alcuni consigli per prendersi cura degli armadi in acciaio inox

Per le pulizie accurate, ci sono in commercio prodotti specifici per pulire e lucidare l’acciaio che devono essere utilizzati aiutandosi con un panno morbido o della carta-cucina. Se invece si tratta semplicemente di detergere senza dover eliminare delle macchie, si può far uso dei detergenti che si utilizzano per vetri e specchi.
Per avere armadi in inox sempre perfetti, inoltre, si dovrebbe prestare particolare attenzione al loro uso e, per evitare il formarsi di macchie sgradite, come la ruggine, non si dovrebbero riporre in essi oggetti non perfettamente asciutti e neppure quelli metallici non in acciaio.

Tecnologie di lavaggio per cucine professionali e industriali

Le tecnologie di lavaggio per le cucine professionali e industriali

Tecnologie di lavaggio per cucine professionali e industriali

L’importanza del lavaggio

In una cucina professionale o industriale l’igiene deve sempre essere massima, quindi piatti, bicchieri, stoviglie, attrezzi e tutto quanto viene utilizzato per la preparazione dei piatti deve essere lavato accuratamente e in tempi rapidi, perciò ci si deve avvalere di una efficiente lavastoviglie della capienza adatta al numero di coperti che vengono normalmente serviti. Il lavaggio in lavastoviglie, oltre a presentare il vantaggio di essere estremamente comodo, è anche molto igienico perché viene utilizzata acqua ad alte temperature, perfetta per igienizzare.
Alla lavastoviglie, è opportuno aggiungere una macchina lavabicchieri per poter pulire, con un solo ciclo di lavaggi, il maggior numero possibile di oggetti che sono stati portati in tavola.

Le tecnologie di lavaggio non elettriche

Se elettrodomestici come lavastoviglie e lavabicchieri sono perfetti in cucina, si deve naturalmente ricordare che i loro impianti devono rispettare tutte le norme di sicurezza previste. Le tecnologie di lavaggio nelle cucine professionali e industriali prevedono però anche dei sistemi, per così dire, tradizionali, come il lavello. E’ impossibile non possedere un lavello dove procedere a operazioni di lavaggio di alcuni ingredienti e dove eseguire un pretrattamento di piatti e pentole molto sporchi.
I lavelli in commercio sono di diverse dimensioni e possono essere scelti a una o due vasche, con un piano colatoio oppure no, secondo le esigenze e lo spazio a disposizione. Inoltre possono ospitare degli armadietti nella parte inferiore o un semplice ripiano e, anche in questo caso, la scelta dalle esigenze dell’attività.

L’igiene innanzitutto

Non si finisce mai di ribadire quanto sia importante l’igiene in cucina e, per questo motivo, sarebbe necessario dotarsi anche di un lavamani, che permette di sciacquare comodamente le mani dopo che si è effettuata qualsiasi operazione, dalla pulizia delle verdure e del pesce fino all’impiattamento. Il lavamani occupa uno spazio minimo ed è ideale per lavarsi quando il lavello sia occupato. Infine, se si utilizzano diversi utensili, è bene provvedere anche all’inserimento di un lavaoggetti,

Come eliminare piccole macchie dal lavello in acciaio col bicarbonato?

Bicarbonato per pulizia dei lavelli in acciaio

Eliminare le macchie dal lavello in acciaio

Il lavello in acciaio

Che si tratti di una cucina professionale o di una casalinga, il lavello in acciaio, oltre a garantire un’igiene perfetta, contribuisce a dare un tocco di eleganza all’ambiente. Il materiale di cui è costituito, l’inox, è composto da una lega di ferro che contiene oltre il 10% di cromo ed è proprio la presenza di questo metallo a conferirgli lucentezza e a impedire che si formi la ruggine, ma lucentezza e resistenza dell’acciaio sono messe a dura prova da diversi “nemici”. Taluni saponi e prodotti che contengono candeggina possono rendere opaco l’inox e giungere a danneggiarlo, mentre l’acqua dura produce delle piccole macchie che sono decisamente antiestetiche.

La pulizia del lavello in acciaio

La pulizia di un lavello in acciaio deve essere effettuata regolarmente, ma soprattutto deve essere svolta con grande attenzione evitando i prodotti abrasivi che potrebbero graffiarlo. Sebbene si trovino in vendita diversi prodotti specifici per l’inox, sostanzialmente sono proprio i prodotti naturali quelli che sortiscono un miglior effetto e che ridonano brillantezza senza spendere cifre eccessive. Limone, aceto bianco e bicarbonato sono i migliori alleati di chi possiede un lavello in acciaio.

Togliere le macchie dal lavello

Se per ridare lucentezza è sufficiente passare un panno asciutto imbevuto con un poco di aceto, prima però bisogna eliminare le macchie che il calcare, presente nell’acqua, forma inevitabilmente sulla superficie. Il procedimento è quanto mai semplice, infatti, basta prendere un pizzico di bicarbonato e strofinarlo leggermente sulle macchie. Il bicarbonato ha una leggera azione abrasiva, ma non danneggia la cromatura del lavello, perciò è perfetto per smacchiarlo. Al termine, basterà risciacquare bene e, il gioco è fatto!
Se invece compaiono le prime avvisaglie di ruggine, con alcune gocce di succo di limone si possono eliminare facilmente e il lavello sarà sempre brillante e lucente come il primo giorno.